Dal diritto reale a quello virtuale: licenziare con Whatsapp si può?

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad una radicale trasformazione del nostro modo di vivere, studiare e trascorrere il tempo: causa l'affermarsi delle nuove tecnologie, dei sociali network (si pensi a Whatsapp, Facebook...). Il rapporto informatica-comunicazione, ed il suo utilizzo di massa, è sicuramente il fenomeno per cui saremo ricordati.  La digitalizzazione, e l'informatizzazione in senso lato, si ...

E’ tempo di…certificazione unica!

Ebbene si: è tempo di... certificazione unica! Dal 2015 che si chiama C.U.Essa sostituisce il nostro vecchio e "caro" C.U.D ed è indispensabile per la dichiarazione dei redditi. I sostituiti d'imposta devono, infatti, consegnarla ai lavoratori entro il 28 febbraio di ogni anno: ma cosa fare se il datore di lavoro non l'ha consegnata? (altro…)

Anche il capo … è su facebook!

Sui social network, ormai, ci troviamo chiunque, anche chi non vorremmo: da genitori eterni ragazzini a nonni moderni. Porre attenzione alle insidie virtuali è un consiglio oramai scontato da dare, ma capita spesso che dietro profili apparentemente innocui di sconosciuti alla ricerca di amici platonici, si nasconda qualcun'altro... Attenzione! Da oggi, infatti, anche il capo ... ...

Dimmi cosa indossi e ti dirò se commetti reato.

La mia conoscenza di "sentenze assurde" si arricchisce di una nuova perla giurisprudenziale, proveniente direttamente dalla Corte di Cassazione. Abiti troppo succinti in luogo pubblico? Chi li indossa commette reato: è questo che stabilisce la III sezione penale della Suprema Corte. Quasi a dire: "Dimmi cosa indossi e ti dirò se commetti reato" :) (altro…)